venerdì 28 ottobre 2011

Dimmi che calza hai e ti dirò chi sei (Capitolo 2)

Eccoci giunti all'attesissimo secondo Capitolo del Testo Unico delle Calze, interamente dedicato a sua maestà il colàn.

Collant. Ho 27 anni passati e indosso collant da una vita. Nonostante tutto la parola collant mi ricorda sempre e sempre mi ricorderà le situazioni di vita combattuta all'epoca della scuola elementare. Non so se fossero i tempi e le tecnologie poco evolute, non so se attribuire la colpa invece alle mini taglie da bimba. Non so se era Madreh che non si rendeva conto della mia crescita e mi costringeva ad indossare quelli dell'anno prima (ammesso che riuscissero ad arrivare ad Aprile ancora integri).
Fatto sta che per me collant = cavallo basso. Quel collant che ti scende a metà gamba e che ti costringe ad arpionare la calza e a tirar su, in un gesto che la farebbe scendere anche al compagno di Belen nel bel mezzo di un un video osé (ops!).
Da quei bei tempi andati sono passate parecchie primavere, la mia crescita si è arrestata e la taglia è sempre la stessa. Eppure da quando ho la capacità intellettiva di entrare in un negozio e di comprarmi da sola un paio di collant ho sempre un terrore vago, che riesco a combattere con La Mania con la M maiuscola, ossia quella di comprare una taglia più grande. Anche due taglie più grandi, per assurdo, ma la mia mai. Per sicurezza. Per non-si-sa-mai.
Per quanto riguarda i colori sono ben accetti tutti i colori SCURI (nero, navy, grigio piombo, marrone), colori accesi perché no (se avete carattere ed è nel vostro stile).


No assoluto a disegni troppo strani come scacchi, rombi, ondine più o meno storte.


Mi piacciono i pois se le calze sono nere e le rigone orizzontali su chi ha un look un po' più alternativo.


Vi prego niente righe verticali o una gamba diversa dall'altra (a meno che non stiate andando ad una festa in maschera).


Vietatissimo il color carne. Seriamente, non so cosa passasse nella testa di quelle fronde di ragazzo che l'inverno scorso indossavano gonna scura, stivali scuri e CALZE COLOR CARNE. Dovrebbero riaprire i manicomi per questo.


Io in generale odio le calze che vorrebbero essere trasparenti ma in verità danno l'effetto "Zia Gina che scende a comprare il pane". La proprietaria del da-me-amatissimo blog Non si dice piacere (mia omonima, peraltro) in questo post dice che le calze vanno indossate in quelle situazioni che le richiedono, come ad esempio i matrimoni, e sulla carta sono pienamente d'accordo.
Però al matrimonio che ho avuto a fine settembre ho avuto serie difficoltà quando mi si è presentato  davanti il fatidico momento "calze o non calze?" e ho detto no. E' stato troppo più forte di me.
Per quanto riguarda i materiali  la mia soglia di tollerabilità non include le calze velate di qualunque colore. Mi piacciono moltissimo quelle fatte di materiali più spessi, anche magari in lana morbida o cotone consistente.





Delle classiche calze a rete, che dire. A me fanno tanto anni '80/'90. Mi piacciono quelle ricamate, ne avevo comprato un paio da Primark un anno ma non le ho mai messe perché con tutti quei buchini  ho paura di aver freddo :)

Naturalmente tutto quello che avete letto fino ad adesso è solo un mio giudizio; ognuno ha i suoi gusti, naturalmente, e spero che non vi siate sentite offese per qualcosa che ho scritto.
Un'ultima cosa. Essendo, appunto, la scelta di un paio di calze così personale l'appello che vi faccio è: non regalate calze per Natale/Pasqua/compleanno/onomastico!
Nel 99,99% dei casi non piaceranno alla interessata che le abbandonerà in un cassetto e dopo anni le butterà via.
Per cui.... Salva la vita a una calza, non regalarla!

(Campagna contro l'abbandono delle calze finanziata dal Ministero della Biancheria. In caso di avvistamento di calza senza accompagnatore segnala subito l'abuso al Numero Fucsia 1234567890)
Aut. Min. Rich.

18 commenti:

  1. Simpaticissimo anche questo seguito della saga delle calze! ... Il primo capitolo fa decisamente + ridere, cmq anche su questo secondo mi trovo completamente daccordo con te! Nemmeno io comprendo l' esistenza delle calze color carne .. e personalmente odio quelle velate e prediligo invece tutte le super coprenti in tinta unita!

    RispondiElimina
  2. Invece sono totalmente d'accordo con questa parte... bellissime le foto che hai trovato per le calze tipo "lana"...!

    RispondiElimina
  3. "dovrebbero riaprire i manicomi per questo" ahahahahah!Sono d'accordissimo con te: calze color carne con gonna e stivali sono di un cattivo gusto offensivo, ma anche le calze color carne da sole nel loro pacchetto in cartoncino mettono tristezza!

    RispondiElimina
  4. Sottoscrivo tutto, io riesco solo a portare le calze in microfibra coprente, mai con fantasie strane (ne ho un paio marroni a fiorellini piccoli, ma basta ;) )

    RispondiElimina
  5. un post davvero brillante.

    http://nonsidicepiacere.blogspot.com

    RispondiElimina
  6. Invece io adoooro ricevere collant in regalo! Finora non ho mai ricevuto obbrobri, sono sempre stata contenta :) Adoro quelle semplici, a pois, lavorate, ricamate, ma le metto praticamente solo in colori sobri perché indosso gonne e vestiti spessissimo e mi ci sento più a mio agio nel quotidiano (anche se ne possiedo varie anche colorate, che però poi finisco per non mettere praticamente mai).
    Quanto alle calze velate, io tollero quelle nere, non troppo velate però, per alcune occasioni e con alcuni vestiti più eleganti. Diciamo comunque che, al di là del gusto personale, il 99% del giudizio sulla calza lo fa la persona che lo indossa e questo secondo me vale anche per gambaletti&co :) (che,lo ammetto, io indosso: da Calzedonia ne vendono di carini -rigorosamente in colori sobri tipo navy o nero- e se non li indossassi non saprei come fare d'autunno a mettere le ballerine!)

    RispondiElimina
  7. E poi adoro i calzini di Oysho con gli scoiattolini, i coniglietti ecc :D

    RispondiElimina
  8. Che ti devo dire, io le porto tutte, calzini, collant, velati, coprenti, coi disegnini e tinta unita, di tutti i colori e i materiali possibili e immaginabili. L'unica che proprio non porterei mai sono i calzini al ginocchio, men che mai poi se neri o blu. Da questo si evince che condivido ciò che dici alla fine del post, ognuno ha i suoi gusti :)

    RispondiElimina
  9. @Michela, l'intento iniziale infatti non era quello di far ridere, solo che alla fine non riesco a scrivere senza aggiungere un po' di ironia! E poi forse sarei risultata antipatica e sparasentenze :P

    @Charis, quando le ho viste me ne sono subito innamorata! ne ho un paio simili grigie e marroni

    @Margherita ahahah è vero sono proprio tristi anche nella confezione!!

    @annina la microfibra poi da una sensazione di caldo quindi è <3

    @ilaria - non si dice piacere :) grazie ^^

    @rosy è vero, ci sono delle situazioni in cui le calze velate scure sono obbligatorie. E io le odio ancora di più perché sono leggere, inconsistenti ma allo stesso tempo fastidiose. Poi le rompo quando le indosso (anche se metto i guanti) e devo stare sempre attenta a dove mi siedo (ad es. sedie di legno) perché se no si smagliano aaarghhhh!
    Le calze di Oysho sono bellissime come come fantasia, mi piace guardarle lì appese ma non riuscirei mai a indossarle!

    @anonimo si dice "il mondo è bello perché è vario" no? :) sai che noia se fossimo tutti uguali!

    RispondiElimina
  10. che bello che è questo post :) Io sono ormai circa 19 anni che indosso collant e per metà della mia vita, o forse anche di più, li ho odiati! Ora però non posso farne a meno, mi piacciono le calze colorate, a pois e di pizzo *_* ho un debole per le calze di pizzo. Quanto alle calze color carne, beh non mi fanno impazzire, ma in alcuni casi le ho indossate, soprattutto per evitare l'effetto funerale dato da vestito nero-cappotto nero-scarpe nere. Bel blog! Ti seguo! :)

    RispondiElimina
  11. Io A D O R O i collant....non ho mai pensato di regalarli e per fortuna mai me ne hanno regalati...preferisco sceglierli personalmente!!!! Pensa che ho in programma un post, proprio settimana prossima, dedicato ai miei adorati collant & co.

    RispondiElimina
  12. @Cherry, grazie mille sei gentilissima :D
    restituisco il "segui" :)

    @Caterina, infatti, i collant sono una scelta troppo personali per essere regalati! Passerò a vedere il post! :D

    RispondiElimina
  13. campagna contro l'abbandono delle calze!! Geniale, mentre lo leggevo mmi sembrava di sentire la voce della tizia velocissima che legge alla fine delle pubblicità "campagna del ministro del ..."!

    RispondiElimina
  14. io non amo le calze effetto nudo, nè quelle velate, in genere uso quelle in microfibra nere o comunque colori scuri....mentre qualche hanno fa avevo tutto il repertorio dei colori, ma ora non se avrei coraggio! :)

    RispondiElimina
  15. Amo tantissimo le calze; ne ho due scatole piene, però sono una di quelle che mette quelle color carne perchè: non sono molto alta e se metto una gonna sopra al ginocchio, le calze scure e gli stivali SOTTO al ginocchio, sembro una nana, almeno un pezzettino di carne che stacca ci vuole :)

    RispondiElimina
  16. No no, aspetta.. so che questo post è un pò vecchiotto ma ti ho scoperta solo ora e sto andando a ritroso..
    Me lo spiegate perchè con gonna e stivali scuri le calze color carne non stanno?? Io ogni volta che penso di metterle poi non lo faccio perchè qualcosa mi dice che E' SBAGLIATO.. è un retaggio di cui sconosco la natura ma c'è.. mi date una spiegazione razionale?? Sono volgari??
    Ps. D'accordo, oltre al fatto che ho scoperto solo ora il blog ho fatto outing ammettendo che non so un piffero di stile.. HELP =P
    Giorgia

    RispondiElimina
  17. girovagando tra blog ti ho beccata e ho letto molti dei tuoi post! fantastica!
    ho appena aperto questo mio blog, passa! :)

    RispondiElimina
  18. Belle calze collant con tacchi alti neri 12 cm:)

    RispondiElimina