martedì 21 febbraio 2012

A new hobby (quanto durerà?)

Pasta di sale. Fiori secchi. Stencil. Decoupage. Cartonaggio. Uncinetto. E, alla fine, bijoux.
Senza contare quanto tempo ho perso da piccola in campagna con la mia roncoletta a togliere la corteccia dai rami di nocciolo per creare archi, frecce, cestini, canne da pesca.
Diciamo che, se può esserci un hobby che come fine ultimo ha la realizzazione di qualcosa, io ho -quanto meno- tentato di farlo. Sui risultati stendiamo un velo pietoso, grazie.

L'ultima frontiera del pericolo e del divertimento è stata intrapresa la settimana scorsa.
E' il simbolo della giovinezza.
E' l'ultima moda in fatto di tendenze (eeh?)
E' contemporaneità allo stato puro.
E' FARE LA MAGLIA.

Giovani discorsi estivi nati su altrettanto giovani spiagge elleniche hanno pianificato sul lungo periodo una simpatica serata (invernale e anche fin troppo, questa volta) all'insegna di aghi e gomitoli.
La lezione sulle prime è stata imbarazzante: gestire fili, gomitoli e aghi lunghi tre chilometri non è proprio una di cui nasci imparato. Non oso immaginare la complicatezza del "fare la calza", usando ben tre, dico tre, aghi (vi ricordate Tesoro, la moglie di Giannicaro, in Lilli e il Vagabondo?)


Lentamente si inizia a prendere la mano con il diritto: ago destro, gira il filo, togli il filo dall’ago sinistro, ago destro, gira il filo, togli il filo dall’ago sinistro. E così avanti, a ripetere quei gesti all’infinito. Quegli stessi gesti che da piccola guardavo incantata fare dalla mamma, dalla nonna e dalle zie. E all’improvviso un flash nella mia testa mi presenta un’immagine di tanto tempo fa: il giardino della casa in campagna, durante i lunghi pomeriggi d’estate, tutte raccolte sotto le magnolie, ognuna presa dal proprio lavoro e dalle chiacchiere (“Zia, c’è un nodo gigante nel gomitolo, me lo sciogli?”).

Ora è il turno del rovescio, aaah, rovescio quanto ti odio! Perché sei così complicato??
E poi un dritto e un rovescio, un dritto e un rovescio, per fare il punto riso o le coste.
"Ma qui è tutto sbagliato, secondo te ora cosa devo fare? Mi sono scappati i puntiiiiiiii"

E quella che inizialmente doveva essere una sciarpa è diventato uno sgorbio:


Non ho futuro.
Meglio che ritorni ai bijoux.

17 commenti:

  1. Aaaah!! La maglia!
    La mia nonna mi ha insegnato quand'ero al liceo: durante l'oKKupazione io e le mie amiche alternative producevamo sciarpe (mica come piace dire adesso alle giuovani, "scarfs") come se il mondo fosse sulla crisi di un pandemonico mal di gola. Alcune le ho ancora e le metto, ma avevo dei piiiccoli limiti quali:
    - dritto e rovescio. Stop. Non so fare null'altro.
    - Non so scalare.
    - Non so aumentare.
    Questo non mi ha mai fermata e sono riuscita a creare grandi cose. I più ricordano ancora: svariati cappelli veramente lodevoli, delle simpatiche moffole e una bellissima coperta composta da 20 quadrati di lana cuciti tra loro. Per il mio ex. Che ci dormiva con l'amante.

    Ecco, ora mi è tornato in mente perché ho smesso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah ma noooooo!
      io so "indirettamente" aumentare. Nel senso che sono partita con 20 punti e me ne sono ritrovata in mano 23. Senza volerlo.

      Farò come da piccoletta quella volta che mi sono cimentata con l'uncinetto: asono partita con l'idea di una sciarpa e mi sono ritrovata in mano una babbuccia -.-'

      Elimina
  2. Anche io ho appena iniziato! *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dimmi che anche tu stai producendo degli sgorbi come me!!!

      Elimina
  3. non smettere! è bellissimo! anche io mi limitavo a fare solo maglia rasata per fare sciarpe al liceo, ma ora ho iniziato un imparaticcio, ora sono al punto riso doppio e poi imparerò a fare le treccie e con quelle il mio primo maglione! buon sferruzzamento!
    ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo solo superare la difficoltà iniziale! Mia madre mi ha fatto vedere un maglione che ha fatto da giovane, autolodando una perfetta scalatura sulle spalle... volevo morire!!

      Elimina
  4. mia madre fa la maglia con la stessa facilità con cui io bevo un caffé..e non ho mai imparato!una mia amica ha imparato seguendo dei tutorial su internet e me l'aveva consigliata quando ero stressata per l'esame, dice che è taaaanto rilassante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehm... credo che sia rilassante se uno la sa fare bene... se è agli inizi credimi che ti fa venire uno di quei nervosi!!! ahahah

      Elimina
  5. Confermo: è tanto rilassante. Per un periodo (quello dei quadratoni per la coperta) è stato davvero terapeutico. Cioè, lui ha continuato a tradirmi, e per di più sotto la mia coperta, ma mentre sferruzzavo scarivavo la tensione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sarei andata poi a dar fuoco a coperta, ex e amnte tutti e tre assieme. Oh.

      Elimina
  6. Ciao Iaia !!!!! Grazie mille per aver partecipato al nostro sondaggio ;)
    Le Gille

    RispondiElimina
  7. Ke bello questo hobby!!!! E' la mia passione da anni e questo inverno ( complice il freddo) x me è diventato quasi un lavoro! ho fatto sciarpe, kefieh, colli e cappelli su commissione e mi sono divertita molto... nn te ne pentirai di aver scelto la maglia!!! passa da me...
    http://farewell86.blogspot.com/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello Eva! Ora devo proprio provare a farmi una sciarpa... per il prossimo inverno! ;)

      Elimina
  8. Adoro!
    Conosco solo il dritto e rovescio insomma qnt basta x rilassarsi! Uso i ferri da una vita e so fare solo quelli! Nelle nottate insonni durante la gravidanza ho sferruzzato sciarpe come una pazza! Niente mi rilassava di più ! Ora la mia piccola dorme con una coperta patch realizzata anni fa con tanti quadratini colorati ..
    È un hobby che scalda il cuore anche se alla fine realizzi solo quadrati o lunghi rettangoli quindi continua così che è troppo bello!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah ti immagino navigare in casa in mezzo a pezzuole fatte a maglia :)
      Sì mi sa che io mi fermerò a quadrati o rettangoli, il resto è troppo complicato. Ci vorrebbero nove vite per riuscire a fare tutto bene!!

      Elimina
  9. Io ho cominciato a fare la maglia da un po' e m'ero tutta gasata che riuscivo a gestire dritti e rovesci come niente... Fino a che ho scoperto che i miei 20 cm e passa di sciarpa non solo avevano numerosi buchi nascosti ai lati, ma c'erano pure degli strani dossi laddove avevo fatto due rovesci anzi che un dritto... Morale della favola m'è toccato disfare tutto e ora la lana sta riposta nel cassetto in attesa di tempi migliori XD

    RispondiElimina